fbpx
Now Reading
Cos’è davvero un brand?

Cos’è davvero un brand?

brand awareness a times Square

Web Marketing e Brand Awareness (notorietà di marca)

Come definiamo il termine Brand, il centro di ogni operazione di (web) marketing e dove ci porta la sua percezione consapevole, la Brand Awareness.

Prima di tutto il brand non è un marchio, come a molti di noi verrebbe in mente traducendo la parola brand.
Non  un marchio, ma è una marca. La differenza, sottilissima, in quanto a ortografia, in realtà è sostanziale.

Il marchio

Il marchio, come origine, è quello che si faceva sui capi di bestiame per riconoscerne la proprietà.
Da qui il senso e il significato di riconoscibilità, identificazione, differenziazione, unicità.

Il marchio a fuoco sulla pelle di cavalli e vacche è stato, probabilmente, l’antesignano delle attività di branding.

Una delle descrizioni più centrate del brand è di Walter Landor, noto brand designer americano.

“Il brand è una promessa. Attraverso l’identificazione e l’autenticazione di un prodotto/servizio, il brand si impegna solennemente a fornire determinati standard di soddisfazione e qualità”.

Una promessa, quindi. 

Se esiste una promessa da parte di uno dei due interlocutori del dialogo della comunicazione (l’azienda) è necessario dall’altra parte (cliente, effettivo o potenziale) esista la fiducia che questa promessa venga mantenuta. Se il brand è una promessa, il branding allora non può esistere senza la fiducia.

Un’altra definizione, di Colin Bates, anche lui un esperto del settore, questa volta britannico, spiega molto dell’essenza del brand.

“Il brand è l’insieme di percezioni nella mente dei consumatori”.

Il brand è quello che sta nella mente del consumatore in riferimento ad una determinata marca e quindi, nella pratica, è quello che le persone sentono quando vedono un logo; è, come detto, l’insieme delle loro percezioni.

Il Personal Branding

Anche noi come persone fisiche abbiamo un brand riconoscibile ed è il nostro volto. Esiste, infatti, anche il cosiddetto personal branding; complicato da maneggiare, perché a volte se ne trascura l’esistenza, o, perlomeno, l’’importanza. 

Cosa rappresentiamo o vogliamo rappresentare per gli altri nel contesto in cui viviamo e operiamo? Cosa siamo per gli altri?

Jeff Bezos, di Amazon, dice che “il personal branding è la cosa che dicono le persone di te quando esci dalla stanza”.

Tratto da: un post/riflessione di Rudy Bandiera, su Facebook.

Quando parliamo di Brand Awareness facciamo riferimento alla notorietà di una marca, ovvero al suo essere famosa e riconoscibile nella mente degli utenti. Famosa e riconoscibile, e, come visto sopra, associabile, a valori, sensazioni, percezioni. L’obiettivo “ideale” della Brand Awareness, il livello ideale di Brand, è che i consumatori possano pensare esattamente alla tua marca e ai tuoi prodotti, quando sono in cerca di una determinata soluzione ai loro bisogni e necessità. A raggiungere questo obiettivo, contribuiscono tutte le attività di web marketing (content marketing, social media marketing, seo, campagne day per clic, ecc.).

Notorietà di marca e parole chiave

Individua le keywords principali e più ricercate per quello che riguarda il tuo settore di attività , realizza contenuti di qualità partendo proprio da queste parole chiave e vedrai che, progressivamente, crescerà il livello di visibilità del tuo brand.

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.

Scroll To Top