Now Reading
Il web per i professionisti

Il web per i professionisti

comunicare-personal-branding

Raccontarsi sul web per un libero professionista, per un artigiano, per una micro-azienda.

Un argomento che sentiamo molto, perché siamo convinti che in troppi facciano ancora troppo poco, per raccontarsi e farsi conoscere. E che tante opportunità, vadano sprecate.

Anche lo spunto per questo articolo è derivato dalla lettura del sempre puntuale e arguto blog di Riccardo Scandellari https://www.skande.com/quanto-costa-personal-branding-201909.htm

“Se prendi una persona a caso e le dici: “Ho un ottimo prodotto, compralo”, difficilmente lo comprerà. Perché nessuno acquista qualcosa di valore senza prima aver preso informazioni o sentito il bisogno. La stessa cosa vale per i professionisti.”

Per vendere non è sufficiente pubblicare e aspettare che qualcuno ci contatti, come se fossimo sulla riva di un lago ad aspettare che il pesce abbocchi.

Servono:

  1.  lo studio del mercato per realizzare un prodotto adeguato che soddisfi i bisogni (marketing): ed assumiamo che questa parte sia già stata fatta da ogni porfessionista, a meno che si tratti di una start up.
  2. una comunicazione mirata ad un pubblico specifico con la quale evidenzi pregi, garanzie e opportunità (comunicazione e branding)
  3. infine, tra chi ha manifestato l’interesse, puoi finalmente permetterti di iniziare una relazione, basata sulla fiducia, in cui tentare la vendita (lead selling)

Per ottenere una vendita serve un notevole impegno nello studio e un ingente dispendio di risorse.

“Se il prodotto sei tu, o la tua piccola azienda, puoi ottenere vendite attraverso fiducia e attenzione investendo tempo e denaro nei contenuti – non selfie o chiacchiere da Bar, servono pubblicazioni in cui racconti cosa fai professionalmente – e successivamente nella loro distribuzione (anche a pagamento).”

Da dove inziare dunque, per promuovere la propria attività?

Il punto di partenza è senz’altro avere un sito, strutturato in forma di blog, per raccontare, appunto la propria esperienza e la propria vita professionale.

La base è questa e non va trascurata, sottovalutata, bypassata…

Tenendo bene presente che poi c’è un pubblico da raggiungere.

Se ti interessa il personal branding…

Del “Personal Branding” avevamo già parlato qui: https://www.livingstonweb.it/quando-il-brand-sei-tu/

In un articolo che, non a caso, recensiva il bel libro di Riccardo Scandellari.

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Scroll To Top