Now Reading
Storytelling – Esperienze da raccontare

Storytelling – Esperienze da raccontare

È la vita racchiusa nell’esperienza reale a catturare la nostra attenzione.

Si fa esperienza dei luoghi, dell’incontro con persone, dell’impiego di oggetti e di nuovi servizi. Tutto si traduce in esperienza. Più un’esperienza è interessante per i nostri sensi, più s’imprime in noi.

Ma come rendere interessante ogni esperienza agli occhi dei clienti? Conoscendola a fondo e raccontandola.

É a questo che ci dedichiamo con un impegno meticoloso per creare contenuti di qualità.

Cosa vuol dire fare Storytelling

Lo storytelling non è raccontare storie.

Fare storytelling significa capire un racconto personale o organizzativo, ridefinirlo in base a nuovi obiettivi  e costruire i mezzi e i canali con cui diffonderlo verso gli altri, per coinvolgerli e appassionarli.

  • Questo nuovo approccio, all’interno delle aziende e organizzazioni, serve a:
  • creare identità e relazioni. Avere un’identità definita e raccontabile è un elemento di valore per condividere il senso di appartenenza;
  • generare interesse (story-selling). La narrazione, in questo caso, diventa un mezzo di collegamento reale e trasparente con i propri pubblici: il racconto diventa un gesto di coinvolgimento;
  • gestire un cambiamento aziendale;
  • Coaching

Allo Storytelling è, in sintesi, affidato il compito di costruire significati condivisi e di orientare processi cognitivi ed emotivi. Lo storytelling crea una relazione profonda con il tuo pubblico che non è solo da informare ma anche da coinvolgere attivamente.

Le storie di successo:

  • Si concentrano sulle passioni e sulle emozioni delle persone, parlano al cuore prima che alla mente, all’emozione prima che alla ragione
  • Rendono partecipe il pubblico
  • Raccontano storie semplici, suggestive ed evocative basate su valori condivisi

Perché la narrazione

La narrazione è una forma di comunicazione che dialoga con le sfere più profonde del sentire, parla direttamente al cuore, suscita emozioni: consente di passare dall’informare all’emozionare.
Tutti noi compriamo per l’emozione che ci suscitano prodotti e servizi. Sono proprio le emozioni a muoverci dal bisogno al desiderio.

Un tempo la narrazione era utilizzata per definire il mito, per spiegare l’inspiegabile. Poi è stata utilizzata per comunicare valori condivisi, norme,  principi etici.

La narrazione ha avuto, ed ha ancora, uno scopo sociale. La vita diventa narrazione ed è per questo motivo che scegliamo la narrazione come strumento di comunicazione aziendale.

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Scroll To Top