Now Reading
La forza e l’emozione delle storie

La forza e l’emozione delle storie

Una storia di gentilezza

“Mi chiamo Junwoo e ho quattro mesi. Sto andando negli Stati Uniti con la mia mamma e la mia nonna a trovare lo zio. Sono un po’ nervoso e preoccupato perché è il primo volo della mia vita, il che significa che potrei piangere e fare rumore. Cercherò di stare tranquillo ma non posso promettervelo. Scusatemi. Così mia madre ha preparato questo pacchetto con dei dolci e dei tappi per le orecchie. Usateli quando ci sarà troppo rumore a causa mia.”

Questo piccolo racconto ci riporta alla mente un concetto che non dovremmo mai dimenticare: la gentilezza e il rispetto sono fondamentali, nella vita, nel lavoro, sempre.

Questo piccolo racconto è il bigliettino che la mamma di questo bimbo ha lasciato a tutti i passeggeri di un volo intercontinentale, all’interno di un minuscolo pacchetto, contenente caramelle e tappi per le orecchie.

La gentilezza come la base su cui costruire la fiducia

In ambito lavorativo, in ambienti sempre più competitivi e concorrenziali, i punti di forza non saranno solo la qualità del prodotto o servizio. La vera differenza la farà la capacità di costruire rapporti di fiducia reciproca. Tra cliente e consumatore.

La fiducia si costruisce anche e soprattutto imparando a comunicare al meglio i propri valori, personali e aziendali.

Sicuramente l’emozione trasmessa da un racconto come questo, delle caramelle come simbolo di tolleranza, è più efficace del semplice enunciato: “perché i rapporti tra le persone funzionino è necessario, prima di tutto, essere gentili”.

Siete d’accordo?

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Scroll To Top