fbpx
Now Reading
Il turismo come esperienza e il web marketing per il turismo

Il turismo come esperienza e il web marketing per il turismo

turismo esperienziale e web marketing

Il turismo esperienziale (perchè basato sulle esperienze) è un modo diverso di vedere e vivere il viaggio.

Abbiamo parlato di come raccontare e promuovere sul web il valore della tua azienda turistica, in quest’articolo.

C’è un nuovo concetto di viaggio: il turismo esperienziale. Il target principale della comunicazione turistica sul web, oggi è il turista esperienziale.

Il Turismo Esperienziale è un movimento globale in crescita che coinvolge i turisti durante il viaggio in una serie di attività indimenticabili con un forte impatto personale. Attività che colpiscono tutti i sensi e creano connessioni a livello fisico, emotivo, spirituale, sociale e intellettuale.

Il viaggiatore esperienziale è una persona animata da una notevole voglia di ampliare le proprie conoscenze, di approfondire la cultura e la tradizione del luogo che visita, di immergersi appieno nelle abitudini quotidiane e nella vita degli abitanti di una determinata area geografica.

Il “Turismo Esperienziale” è un modo nuovo di vivere il viaggio e la vacanza.

Un nuovo concetto di vacanza

Il concetto di vacanza negli ultimi anni, da circa un decennio, è cambiato e continuerà a farlo. Si sta arricchendo di nuove sfaccettature.

Permane sempre l’idea centrale della fuga della routine di tutti i giorni ma non è più incentrata solo sul relax , svago e spensieratezza. Dovremmo, a questo punto, distinguere tra “turista” e “viaggiatore”.
Il turista cerca la comodità, il viaggiatore è un esploratore.
Il Turista viaggia, osservando il mondo da un finestrino.
Il Viaggiatore viaggia, osservando il mondo dal suo punto di vista.

È vivere esperienze uniche, autentiche, emozionanti, quello che genera relax, per il turista esperienziale
È vivere esperienze uniche, autentiche, emozionanti, quello che genera relax, per il turista esperienziale

https://fringeintravel.com/turista-o-viaggiatore-11-differenze-tra-le-due-filosofie-di-viaggio/

Il turismo esperienziale è una forma “arricchita” di turismo

Il protagonista di un’esperienza è sicuramente più un viaggiatore che un turista.
Il viaggiatore contemporaneo, specialmente della generazione Millenials (nati fra gli anni ’80 e 00’), desidera fare viaggi che gli offrano la possibilità di vivere un’esperienza unica, diversa, irripetibile, mai vissuta prima.
No, quindi ai viaggi standardizzati, preconfezionati e non personalizzati.
Il viaggiatore esperienziale è una persona animata da una notevole voglia di ampliare le proprie conoscenze, di approfondire la cultura e la tradizione del luogo che visita,  di immergersi appieno nelle loro abitudini quotidiane e nella vita degli abitanti di una determinata area geografica.

Imparare a fare le orecchiette pugliesi
Imparare a fare le orecchiette pugliesi

La destinazione non è più al centro del viaggio

Nel Turismo Esperienziale al centro di tutto non è più la destinazione in sé, ma sono le esperienze e le attività offerte dalla struttura che ti ospita.

L’esperienza dovrà essere:

  • unica
  • memorabile
  • autentica

A partire dal modo in cui verrà proposta e raccontata dovrà coinvolgere il lettore, futuro, viaggiatore esperienziale, ed esaltare i connotati di autenticità e unicità.

Dora Paradies, esperta di Destination Marketing: “L’albergo (e le strutture ricettive) deve fare interazione con quello che accade fuori: serve il racconto”.

Il racconto di storie uniche (storytelling) e l’utilizzo del multimedialità ci assicurano la possibilità di rispondere proprio a questi requisiti.

Il turismo esperienziale si può raccontare e promuovere on-line

Gli strumenti visuali e multimediali del web sono perfetti per raccontare il turismo come esperienza. Non è più sufficiente avere un sito che descriva la tua struttura turistica e ciò che offre. Occorre cambiare punto di vista.

Il punto di vista diventa quello del viaggiatore.

Decido di soggiornare nel tuo hotel/b&b/agriturismo, perchè so che lì potrò vivere un’esperienza unica, autentica, da raccontare e che ricorderò per sempre.

Chi gestisce una struttura ricettiva ha il compito di raccontare e far pregustare al viaggiatore le esperienze che si appresta a vivere.

Con l’uso di fotografie, video, con l’uso delle storie l’esperienza diventa qualcosa di vivo e di attraente.

Gli strumenti del marketing digitale per parlare di turismo esperienziale:

  • sito web
  • canali social
  • mail
  • blog

Diventano gli strumenti che creano nell’immaginario del nostro potenziale cliente viaggiatore, la storia del suo viaggio, il racconto della sua avventura. Da vivere e da condividere.

Rafting sul fiume Noce
Rafting sul fiume Noce

Storytelling e Storyliving

Fare storyliving significa creare storie che ispirano e mobilitano la partecipazione diretta.  Le storie sono create in modo che il turista possa prendervi parte e sperimentare direttamente i valori del brand.
Invece di raccontare la storia, con lo storyliving stai permettendo al tuo pubblico di viverci dentro.

Con lo Storytelling online generi l’interesse, con lo storyliving fai vivere concretamente le emozioni che le persone cercano. Tecnologie come la realtà aumentata e la realtà virtuale possono e potranno sempre più anticipare e preparare all’esperienza dello storyliving.

La prima domanda da porre ad un viaggiatore non è più “dove vuoi andare” ma “perché vuoi viaggiare”. Non sono più solo i luoghi, le attività, le attrazioni a stimolare l’interesse del viaggiatore, ma le persone e le loro storie, i legami che si possono stringere e le esperienze ed emozioni che si possono vivere durante il viaggio.

Il turismo esperienziale in Italia e a Cremona

Tratto a “Il Piccolo del 25 marzo 2023”; qui trovi l’articolo completo https://issuu.com/ilpiccolocremona/docs/il_piccolo_12_del_25-03-2023

L’Italia è un marchio di grande valore per il turismo che rappresenta 90 miliardi del Pil, ma mentre negli anni 70 eravamo il paese più visitato in assoluto, oggi siamo solo al quinto sesto posto. Noi siamo convinti che la nostra cucina, l’ospitalità, la presenza di siti UNESCO e tutto il resto possa bastare ma domandiamoci perché siamo solo quinti. 

C’è in Italia un gap di digitalizzazione. Per questo è importante farsi affiancare da professionisti e integrarsi col territorio. Le esperienze non sono la camera di hotel o il taxi: oggi si parla, più che di turisti, di residenti temporanei. Oggi le piccole realtà possono attrarre investimenti da fondi esteri, che puntano su destinazioni non di massa di chi cerca relax e non solo le attrazioni più note. 

Attenzione a non snaturare il centro storico delle città: chi arriva vuole vedere il nostro modo di vivere. 

A Cremona sarebbe importante, per generare interesse a aumentare i flussi turistici, offrire esperienze ai visitatori, affinché prolunghino la loro visita.
Oggi cliente di segmento alto cerca più la villa con piscina di lusso che l’hotel a cinque stelle.

Un laboratorio per la produzione del Torrone a Cremona
Un laboratorio per la produzione del Torrone a Cremona

Contattaci

Se sei incuriosito da ciò che hai letto e pensi che sia il momento giusto per far “cambiare marcia” alla tua comunicazione, contattaci. Analizzeremo, assieme a te, il tuo progetto, per condividere idee e soluzioni efficaci. Inviaci una mail su info@livingstonweb.it

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricordati di controllare la tua casella di posta per confermare l'iscrizione. Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web, secondo la privacy policy visualizzabile in questa pagina. Registrandoti alla nostra newsletter, accetti di ricevere aggiornamenti periodici da parte nostra. Le email che invieremo conterranno contenuti preziosi per la promozione della tua attività online.

Scroll To Top