fbpx
Now Reading
Web marketing per ristoranti – Prima parte

Web marketing per ristoranti – Prima parte

Guida pratica per ristoratori saggi

Tutto è cambiato. Anche a seguito del Covid-19, sicuramente, ma non solo.
Tipicamente, fino a qualche tempo fa i clienti arrivavano in un locale quasi per caso, passeggiando, osservando, curiosando.
Oggi, chi decide di assaggiare le tue specialità molto probabilmente avrà fatto una ricerca online, avrà letto svariate recensioni e, per raggiungere il tuo ristorante avrà impostato il navigatore per arrivare fino a destinazione.
In più si sono affermate nuovo modalità di consumo come Take Away e Delivery, che sono destinate a rimanere, nel tempo.

  1. Crea un sito web del tuo ristorante. Fallo bene, partendo da un sito base, ma ben fatto. Lascia perdere le offerte gratuite e gli amici bravi con il computer. Non trascurare il piano di hosting, che deve essere efficiente, capace di caricare velocemente il tuo sito.
  2. Iscriviti e utilizza al meglio i principali indici delle imprese, quelli davvero rilevanti, non gli innumerevoli elenchi di risorse poco significative, che si trovano in rete.
  3. Cura la SEO, ottimizzando il codice di tutte le pagine del tuo sito. Attenzione a individuare le parole chiave giuste, che ti distinguono dai concorrenti e ti aiutano a farti trovare nelle prime posizioni su Google.
  4. Utilizza gli strumenti per fare pubblicità online. È un punto delicato: bisogna investire. Devi sviluppare contenuti e fare in modo che vengano letti e visualizzati dal maggior numero di persone possibili; persone che, naturalmente, siano interessate a ciò che racconti.
  5. Crea un profilo del tuo ristorante sui maggiori social. Inserisci tutte le informazioni rilevanti, nelle tue pagine
  6. Dopo aver creato un profilo social sui maggiori network, come Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, pensa a come creare contenuti interessanti, con un calendario editoriale per sapere quando produrre i tuoi contenuti e quando pubblicarli.
  7. Non trascurare il profilo Google Business. Rendilo il più dettagliato possibile. É fondamentale per le ricerche locali, soprattutto da smartphone.
  8. Ricontrolla e perfeziona i dettagli inseriti sul tuo sito web: assicurati di rendere ben visibili alcune informazioni sul tuo ristorante. Sono quelle che tutti cercano e che non sempre trovano. Gli orari del tuo ristorante, e il menù, soprattutto se offri un servizio di consegna a domicilio o di take away.
  9. Pubblica sui social le foto dei tuoi piatti. Falle bene; noi possiamo darti qualche dritta per fare buone foto con il tuo cellulare, purché abbia una macchina fotografica di qualità. Attenzione al testo: scrivi delle didascalie memorabili per le tue foto.
  10. Pubblica le foto dei tuoi piatti, ma, usiamo un ulteriore punto di questo elenco per ribadirlo: foto ben realizzate. L’illuminazione dell’ambiente in cui scatti le foto è l’elemento determinante. Invita, in modo discreto, anche i tuoi clienti a pubblicare foto dei tuoi piatti: puoi chiedere loro di inserire i tag che fanno riferimento ai tuoi profili social, così, ogni volta, otterrai un link in più verso il tuo locale; puoi inserire degli hashtag sul tuo menù, per fare in modo che le foto che ti riguardano siano correttamente indicizzate e catalogate sui social.

Finisce qui, la prima parte di questa guida pratica per ristoratori saggi.
Già applicando questi 10 punti, in autonomia, ma con l’aiuto e i consigli di professionisti, vedrai che i risultati arriveranno. Serve costanza, impegno, voglia di sperimentare.

Non basarti solo sulle tue sensazioni; le reazioni dei tuoi clienti contano!

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Scroll To Top