fbpx
Now Reading
15 Caratteristiche Essenziali per un E-commerce che funziona (parte 2)

15 Caratteristiche Essenziali per un E-commerce che funziona (parte 2)

Ci sono almeno 15 caratteristiche fondamentali che un e-commerce deve necessariamente possedere, perché sia davvero efficiente.
Ecco la seconda parte dell’articolo.

6. Lista dei desideri

Le liste dei desideri. Adesso, non me la sento di comprare quest’obiettivo per ritratti che… Oliviero Toscani mi invidierebbe. Però prima o poi…
Gli ecommerce che non utilizzano wish list, fondamentalmente lasciano gran parte del fatturato ad altri.
Cosa c’è di meglio di avere dei segnalibri messi dagli utenti sugli articoli che vorrebbero comprare ed è altamente probabile che comprino in futuro? È una miniera d’oro a portata di mano, ed è la materia grezza per qualsiasi campagna di remarketing.
Inoltre, è una grande opportunità di condividere il nome del brand con nuovi potenziali acquirenti. Quando gli utenti di un e-commerce condividono le loro wish list con amici e familiari, portano traffico al vostro sito, gratuitamente.

7. Ritira o acquista in negozio

Non tutti gli ecommerce hanno un negozio fisico di riferimento, ma quelli che ce l’hanno devono per forza avere la funzione “ritira in negozio”.
A volte il cliente non vuole aspettare i tempi di spedizione e di consegna. Ha bisogno di gratificazione istantanea. Di poter toccare subito con mano il suo acquisto.
Alcuni utenti, inoltre, usano il web solo per fare una prima ricerca per poi completare l’acquisto di persona.
E questo vale soprattutto per i millennials: il 72% dei consumatori più giovani, fa ricerche online prima di procedere all’acquisto. Per questo è incredibilmente utile poter vedere quali negozi locali hanno immediatamente disponibile il prodotto che cerchiamo.

8. FAQ: domande frequenti

I consumatori hanno bisogno di creare un rapporto di fiducia con il venditore e sono alla ricerca di informazioni molto dettagliate quando comprano online, forse anche di più rispetto all’acquisto in un negozio fisico.

Una sezione dedicata alle domande che vengono poste più spesso contribuisce a rendere il marchio credibile e stabilisce un rapporto di fiducia.
L’area dedicata alle FAQ è uno strumento di auto-aiuto per risolvere i problemi più comuni ai clienti. La stragrande maggioranza degli utenti si pone le stesse domande: politiche di reso, assistenza, perdita della password dell’account, ecc.

9. Prodotti correlati (o wish list)

La frase “forse potrebbe piacerti anche…” genera automaticamente un aumento esponenziale di curiosità.
La funzionalità “prodotti correlati” è fondamentale, ma spesso trascurata, in un sito ecommerce.
Un esempio: avete salvato la macchina per il caffè x nel vostro carrello e compare una finestra che dice “potrebbe piacerti anche questo”. Si tratta di confezioni di chicchi di caffè appena tostati o cialde a un prezzo super conveniente. Li aggiungereste al vostro carrello? Quasi sicuramente, sì.
I prodotti correlati possono comprendere anche categorie di prodotti che possono essere considerati simil, sulla base degli acquisti di altri utenti: “Le persone che hanno comprato questo articolo hanno cercato anche”…

10. Approvazione sociale

I brand e i venditori online che riescono a creare un legame con il loro pubblico, basandosi su fattori emozionali, creano fiducia nei confronti del marchio stesso. Il valore dei legami sociali è forte e innegabile.
I consumatori/lettori sono inondati da un flusso costante e inarrestabile di “compra adesso”. Solo i brand che riescono a creare un rapporto di fiducia possono acquisire un cliente per la vita. Son percepito come brand che offrono prodotti che aiutano e che risolvono problemi. I social media consentono ai brand di mostrare autenticità e di associare ai loro prodotti una connessione di natura emotiva.

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Scroll To Top