fbpx
Now Reading
Sai la differenza tra indicizzazione e posizionamento?

Sai la differenza tra indicizzazione e posizionamento?

scansione, link e web

Sai la differenza tra indicizzazione e posizionamento?

Qual è la differenza tra indicizzazione e posizionamento su Google

I passaggi che compie Google, per generare risultati utili, in risposta alle ricerche che gli utenti fanno, sono 3:

  1. Scansione;
  2. Indicizzazione;
  3. Posizionamento, ovvero pubblicazione e ranking (classifica) dei risultati.

1. Scansione

Il primo passaggio che compie Google è verificare quali nuove pagine sono presenti online, attraverso una scansione delle pagine presenti nel web.

La scansione viene effettuata da Googlebot, il Web Crawler di Google, conosciuto anche come Spider.

Il processo inizia con un elenco di URL di pagine web, generato dai processi di scansione precedenti, integrato con i dati delle Sitemap, forniti direttamente dai proprietari dei siti web.

Durante la scansione, Google:

  • incontra pagine note perché già visitate in precedenza;
  • scopre nuove pagine, seguendo un link trovato nelle pagine che già conosce;
  • trova ancora altre pagine quando il proprietario di un sito web sottopone a Google un elenco di pagine, di un nuovo sito (una Sitemap).

Appena scopre un nuovo URL, Google lo visita per trovare nuovi contenuti.

La nuova pagina viene analizzata nei contenuti testuali e non, così come nel layout visivo per decidere se e dove farla apparire nei risultati di ricerca.

2. Indicizzazione

Dopo aver effettuato la scansione e scoperto una nuova pagina web, Google ne analizza e cataloga i contenuti testuali, le immagini e i file video.

Tutte le informazioni ricavate, vengono immagazzinate in un enorme database, chiamato Indice Google.

Tra la fase della scansione e la fase dell’indicizzazione Google stabilisce se una pagina è un duplicato o la versione canonica di un’altra pagina.

Nel caso in cui una pagina venga considerata un duplicato, avrà una scansione meno frequente (e un posizionamento peggiore).

3. Posizionamento: pubblicazione e ranking dei risultati

Quando un utente effettua una ricerca, digitando una query, Google cerca, istantaneamente, il contenuto più pertinente per dare una risposta utile, basandosi su vari fattori, come:

  • l’area geografica;
  • la lingua;
  • il dispositivo utilizzato dall’utente nel momento della ricerca (desktop o telefono).

Una query, che può essere informazionale, transazionale, navigazionale o commerciale; ne abbiamo parlato in un post dal titolo: La cura delle parole chiave (https://www.livingstonweb.it/cura-parole-chiave/).

Per questo motivo, per alcuni tipi di ricerche, un utente che si trova a Cremona, ad esempio, non riceverà mai la stessa risposta di uno che si trova a New York, ritrovandosi con risultati completamente diversi.

Il posizionamento di una pagina rispetto a un’altra viene valutato in modo programmatico (mediante un algoritmo) da Google e non si può pagare per migliorarlo.

Per migliorare la pubblicazione e il ranking delle tue pagine web nei risultati, puoi solo:

  • Assicurare che la tua pagina si carichi velocemente e sia ottimizzata per i dispositivi mobili;
  • Inserire contenuti utili e mantenerli aggiornati;
  • Garantire una buona esperienza dell’utente;
  • Seguire le best practice della SEO.

C’è da tenere in considerazione che Google lavora costantemente per migliorare il suo algoritmo;  quindi sicuramente verificherai che il posizionamento ottenuto dalle tue pagine varierà nel tempo.

Può essere molto importante lavorare sull’aggiornamento di contenuti vecchi oppure obsoleti per offrire sempre contenuti di qualità che siano interessanti per gli utenti.

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA, ed è soggetto alla Privacy Policy e ai Termini di utilizzo di Google.

Scroll To Top