fbpx
Now Reading
Quando il Brand sei tu

Quando il Brand sei tu

Personal Branding

Il Personal Branding

Con l’espressione Personal branding si fa riferimento ad un insieme di strategie attuate per promuovere se stessi, le proprie competenze ed esperienze, la propria carriera, come se il brand fossi proprio tu.

L’obiettivo di qualsiasi operazione di personal branding è imprimere nella mente di persone e organizzazioni un’immagine, ben confezionata, di sé.

Come per un’azienda o un prodotto, posizionarsi – posizionare se stessi – nella mente di un consumatore o di uno stakeholder richiede di tenere in considerazione, oltre ai propri, anche i valori, i sistemi di riferimento e percezione che questi stessi consumatori o stakeholder hanno già del proprio stesso brand.

È, quando le due immagini – quella che si prova a veicolare di sé e quella che invece di sé hanno gli altri – si sovrappongono che il personal branding ha raggiunto il suo scopo.

In parole semplici il Personal Branding inizia dalla condivisione.

Per questo motivo Jeff Bezos, il fondatore di Amazon, quando parla di personal branding, lo definisce così: “È quello che la gente dice di te, una volta che sei uscito dalla stanza”.

È fondamentale, per chiunque abbia bisogno di relazionarsi con un pubblico, produrre contenuti che raccontino la tua vita, i tuoi valori, le tue passioni e come tutto ciò impatta anche su ciò che offri, in termini di prodotti e servizi, al tuo pubblico.

È fondamentale comprendere come tutto ciò possa essere utile a livello umano e lavorativo. Come ogni nuova “storia” possa contribuire a creare di te una percezione di affidabilità, di credibilità e fiducia.

Essere online non è più un semplice vetrina.

È un racconto complesso e in costante evoluzione. Raccontarti, in un blog, sui social, con l’utilizzo di diversi media, è un’attività che dovrebbe entrare a far parte delle tue (sane) abitudini quotidiane.

I ferri del mestiere: gli strumenti del personal branding

Gli strumenti per eccellenza per fare personale branding, sono il Blog e i social, con un occhio particolare a LinkedIn.

Ma prima di pensare agli strumenti, ricorda sempre che è necessario pensare a “cosa Raccontare” e impostare una strategia, con una corretta distribuzione del tempo e delle risorse.

Perché quello che hai sempre fatto non funziona più

“C’erano una volta il mondo reale e la vita reale. Tutto avveniva sotto gli occhi delle persone che avevamo vicino.

[…] C’era la scuola, con i compagni e i professori, c’erano le ricerche per l’università, gli studi in comune e la ricerca del lavoro. Poi c’era il lavoro: seduti in un ufficio, senza sentire o vedere nessuno se non i propri colleghi, così come c’erano i contatti tenuti solo per telefono, o al massimo di persona, con clienti e superiori.
Poi c’erano i rapporti umani, in cui tutto era circoscritto all’ambito fisico e, di conseguenza, fisicamente raggiungibile dai nostri arti o dai nostri sensi.
Poi c’era l’amore, quella cosa meravigliosa che doveva nascere per forza con qualcuno che, nel bene e nel male, condivideva almeno in parte la tua vita e i tuoi spazi: non potevi certo trovarti la fidanzata in Australia senza andare in Australia.
Tutto questo oggi non c’è più. O almeno, c’è ancora ma si muove secondo altre regole.
[…] La nostra società e i rapporti sociali sono mutati; sono diventati molto più permeabili dall’esterno, molto più complessi numericamente, a volte molto più frivoli, altre molto più profondi.
[…] Grazie ad un mondo interconnesso aumentiamo relazioni, opportunità e possibilità, conoscenza e informazioni. […] E se queste connessioni hanno un valore, questo viene trasmesso a noi o da noi.
[…] Oggi Noi siamo un marchio, siamo un Brand, siamo qualcosa di più di una persona che ha rapporti stabili e solidi con un centinaio di persone, che saranno e rimarranno sempre quelle per tutta la vita. Noi siamo di più dell’individuo che eravamo, siamo diventati un marchio, un veicolo di informazioni più o meno potente. […] Questo è il Personal Branding, ovvero fare di noi stessi un marchio. Coltivare noi stessi e la percezione che gli altri hanno di noi.

Dalla prefazione di “Fai di te stesso un Brand. Personal Branding e Reputazione Online”, di Riccardo Scandellari, Dario Flaccovio Editore.

 

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Scroll To Top