fbpx
Now Reading
La semplicità

La semplicità

In tanti perdono il filo, complicando.
Esiste un’enorme quantità di media e di strumenti, che usiamo ogni giorno per comunicare, per raccontare il nostro lavoro e le nostre aziende.
Ogni strumento contiene ulteriori variabili e dettagli, che non dovrebbero avere il potere di complicare il nostro ragionamento o farci deragliare dai veri obiettivi. Ma, in realtà, producono proprio questo effetto.

La strategia

Ci si ritrova, allora, a non curare più la strategia e a dare grande importanza a dettagli, non trascurabili, in senso assoluto, ma che certamente non possono anticipare e sostituire un’idea strategica.
Quali colori usare, in che giorno pubblicare un post, sostituire più volte una fotografia, prima di trovare quella ideale (o presunta tale), essere presenti in contemporanea su 10 social diversi, lottando inevitabilmente contro il tempo, quasi sempre troppo poco, per riuscire a seguire tutto in modo adeguato.

“Complicare è facile, semplificare è difficile. Per complicare basta aggiungere, tutto quello che si vuole: colori, forme, azioni, decorazioni, personaggi, ambienti pieni di cose. Tutti sono capaci di complicare. Pochi sono capaci di semplificare.
Per semplificare bisogna togliere, e per togliere bisogna sapere che cosa togliere, come fa lo scultore quando a colpi di scalpello toglie dal masso di pietra tutto quel materiale che c’è in più della scultura che vuol fare.”

Bruno Munari

Semplice non vuol dire alla portata di chiunque

Leggiamo ancora il pensiero di Munari:
“Eppure quando la gente si trova di fronte a certe espressioni di semplicità o di essenzialità dice inevitabilmente: ‘questo lo so fare anche io’, intendendo di non dare valore alle cose semplici, perché a quel punto diventano quasi ovvie. In realtà, quando la gente dice quella frase intende dire che lo può rifare, altrimenti lo avrebbe già fatto prima.
La semplificazione è il segno dell’intelligenza, un antico detto cinese dice: ‘quello che non si può dire in poche parole non si può dirlo neanche in molte’”.

L’obiettivo è semplice se lo riduci all’essenza

“L’obiettivo è sempre semplice, ma non tutti ce l’hanno chiaro. Come arrivare all’obiettivo è semplice se lo riduci all’essenza. Vuoi essere ascoltato? Fai in modo che la persona che ti sta di fronte abbia una grande considerazione di te. Come arrivarci non è lineare, perché man mano che entrano in campo i dettagli – oggetti semplici anche questi – il nostro cervello inizia a rendere complessi il ragionamento e la pratica.”
(tratto da: https://www.skande.com/renderlo-semplice-202106.html)

L’obiettivo essenziale è farti trovare quando cercano un professionista come te. Se dici di essere il migliore, dimostralo.
La reputazione e il posizionamento li crei senza trucchi e senza inganni, producendo instancabilmente contenuti che ti raccontano e che facciano emergere ogni giorno il tuo valore.
Guidato, a priori, da un strategia chiara e ben definita.

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Scroll To Top